FONDO DI CONTRASTO ALLA DEINDUSTRIALIZZAZIONE – BANDO PER AGEVOLAZIONI

Con decreto 344 del 19/10/22, il Direttore dell’Agenzia per la Coesione Territoriale ha approvato le modalità di presentazione delle domande relative al Fondo di contrasto alla deindustrializzazione, istituito con L. 178/2020 (Finanziaria 2021) e definito con DPCM del 30/11/21.

 

Sono previste agevolazioni per circa 23,7 milioni di euro destinate alle aziende picene.

 

Il bando prevede, per le aziende già insediate o che intendono insediarsi nei Comuni facenti parte del Piceno Consind, un contributo a fondo perduto fino al 100% in regime “de minimis” (massimo 200.000 euro). 

 

I beneficiari sono imprese di qualsiasi dimensione operanti nel settore manifatturiero (codice ATECO C) che intendano attuare investimenti per:

  • agevolare la ristrutturazione o la realizzazione dell’immobile aziendale
  • ammodernare e ampliare l’attività per innovazione di prodotto e di processo
  • investimenti immateriali
  • conversione di attività a significativo impatto ambientale verso modelli sostenibili
  • l’avvio di nuove unità produttive

 

Le spese sono ammissibili dal 30/11/2021 fino al 31/12/2023 e comprendono l’acquisto di macchinari, impianti, arredi, attrezzature e beni (anche immateriali), nonchè opere murarie ed impiantistiche.

 

Le domande, da inviare tramite piattaforma informatica, potranno essere presentate dalle ore 12.00 del 24/01/2023 alle ore 12.00 del 24/03/2023 sui siti:

 

I contributi verranno concessi secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, previa verifica dei requisiti.

 

Entro la metà di dicembre 2022 sarà pubblicata la modulistica da parte di INVITALIA.

 

Si allegano: